Sud America

Dopo un certo tratto, quando gia' molti turisti del mio gruppo erano tornati indietro per claustrofobia e mancanza di respiro, siamo arrivati di fronte a una scala fatiscente dove la giuda ci ha detto che da quel punto in poi continuare sarebbe stato molto piu' duro e pericoloso: chi non se la sentiva era meglio se se ne usciva. Inoltre dopo quel tratto non si poteva ritornare. Dopo la scala c'era una trave sospesa sul nulla su cui bisognava passare mettendo un piede per volta. Poi siamo scesi al livello inferiore attraverso una sorta di scivolo di legno (mettendoci di traverso e facendo pressione fra schiena e gambe). Molto spesso abbiamo dovuto attraversare carponi cunicoli bui lunghi decine e decine di metri.

   

« | < | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | > | »
Fotografo: Giovanni De Caro | Data: 05/02/07 18.24 | Risoluzione: 600 x 379
Immagini totali: 111 | De Caro Page | Generato da JAlbum 7.1 & Chameleon | Aiuto